Prenota un consulto     Contattaci
Avere un buon rapporto con il proprio corpo è uno dei principali segreti del benessere. Sentirsi bene e sentirsi belle aumenta la sicurezza di sé e rende la vita migliore. Per questo molte donne aspirano ad aumentare il seno, una parte del corpo che, con la sua innegabile forza seduttiva, gioca un ruolo fondamentale nel compiacimento di sé stesse. Poter accrescere le forme del decolleté fino a sfoggiare uno di cui andare veramente fiere è un sogno che, oggi più che mai, è raggiungibile. Se, infatti, la mastoplastica additiva e la mastopessi, di cui parleremo in seguito, restano i metodi più veloci ed efficaci per ingrandire e modellare il proprio seno, è anche vero che la moderna medicina ha individuato una serie di stratagemmi naturali capaci, nel tempo, di condurre a interessanti risultati. Dieta, attività fisica, massaggi, seppur non nella totalità dei casi, tutte queste componenti possono contribuire a rendere il petto più florido, più tonico e, in definitiva, farlo apparire più grande.

Come aumentare il seno in maniera naturale

Chi non vuole o non può sottoporsi a un intervento chirurgico può cercare di accrescere il seno in maniera naturale mutando le proprie abitudini quotidiane e in particolare agendo con:
  • Dieta
  • Attività fisica
  • Massaggi

L’alimentazione

Per far recuperare alle mammelle la tonicità in una fase di post-allattamento l’alimentazione gioca, come in molti altri aspetti legati al corpo, un ruolo primario. È consigliabile orientare la propria dieta verso cibi ricchi di estrogeni, per acquisire questo importante ormone in maniera naturale e non attraverso prodotti di sintesi. Legumi, semi (soia, girasole e altri), frutta secca, latticini, carne bianche e pesce fresco sono alcuni degli alimenti da tenere in considerazione se si intende rivitalizzare il proprio seno. Il tutto senza dimenticare un alimento fondamentale per tutto il corpo: l’acqua. Almeno un litro e mezzo al giorno idrata e tonifica l’organismo, fornendo un benessere generalizzato che ricade anche sul seno. Bisogna considerare che, a meno che non aumenti l’adipe, il cibo non può garantire un accrescimento importante del volume mammario. Non esistono alimenti che fanno crescere il seno, ma una dieta sana ed equilibrata può essere certamente d’aiuto nell’ottenere un aspetto più armonioso.

Esercizio fisico per aumento del seno

L’attività fisica è il secondo trucco per favorire l’aumento delle taglie del seno in modo naturale. La sollecitazione frequente dei muscoli pettorali, infatti, scolpisce e delinea la zona favorendo un’evidenziazione del petto. Quali sono gli esercizi per aumentare il seno? La risposta giusta da dare è che se si sceglie la palestra per migliorare il proprio seno, bisogna necessariamente rivolgersi a una struttura seria e affidarsi a un personal trainer professionista, altrimenti il rischio è quello di vederlo diminuire per via del fisiologico consumo del grasso corporeo dovuto all’esercizio fisico e all’alimentazione non adeguata.

I massaggi funzionano?

Infine, la terza strada per abbellire il seno senza intervento chirurgico è quella dei massaggi. Alcuni minuti di massaggi circolari al seno, magari sotto la doccia, favoriscono il rilassamento e l’elasticità dei tessuti. Quello che potrebbe sembrare un “rimedio della nonna” poggia, in realtà, su una base anatomica. Il massaggio del seno, infatti, favorisce la circolazione e, con essa, un maggior afflusso di estrogeni. Purtroppo qualunque rimedio naturale per l’aumento del seno non dà risultati nell’immediato. Anzi, talvolta, per ragioni che possono anche non dipendere dalla costanza con cui ci si applica, i risultati  desiderati potrebbero non essere mai raggiunti. L’unico modo per ottenere un ingrandimento del seno e una sua tonificazione certa e immediata è ricorrere alla chirurgia plastica. La mastoplastica additiva e la mastopessi sono i due interventi più comuni ed efficaci.

Come ingrandire il seno con la mastoplastica additiva: cose fondamentali da sapere

La mastoplastica additiva è una procedura di chirurgia plastica mirata ad aumentare il volume del seno. Interviene efficacemente in diverse situazioni, dall’ingrandimento di un seno piccolo, all’asimmetria mammaria, fino alla ricostruzione della mammella in seguito a interventi di tumore al seno. Normalmente la mastoplastica additiva avviene attraverso l’inserimento di protesi. Questa procedura consente in maniera semplice di assegnare al seno la forma e il volume desiderato anche qualora l’aumento di dimensioni richiesto fosse considerevole. È possibile, infatti, scegliere tra protesi rotonde e protesi anatomiche anche se la scelta non è soltanto estetica, ma legata alla corporatura e alla forma del corpo della paziente. In alternativa si può eseguire la mastoplastica additiva senza l’inserimento di protesi, attraverso la cosiddetta tecnica del lipofilling, ovvero l’innesto nella zona del seno di proprio grasso corporeo prelevato in altre zone dell’organismo. La tecnica, in sé, è estremamente naturale. Il seno, infatti, è già di per sé una zona atta a contenere tessuto adiposo e ben si adatta al materiale organico più che a quello estraneo. Purtroppo non sempre è possibile prelevare dal corpo delle pazienti che intendano sottoporsi a lipofilling una quantità di grasso sufficiente per raggiungere il risultato prestabilito. Per questo motivo nella maggior parte degli interventi di mastoplastica additiva vengono usate protesi. Entrambi gli interventi vengono eseguiti in regime di Day-Hospital e i risultati di una mastoplastica professionale sono definitivi e duraturi nel tempo. Le protesi moderne, diversamente da quelle utilizzate un tempo, sono garantite a vita e vengono sostituite gratuitamente in caso di problemi nei primi dieci anni dall’impianto.

Come far crescere il seno e, soprattutto, rassodarlo con la mastopessi

La mastopessi, o lifting del seno, è una procedura di chirurgia plastica ed estetica piuttosto comune, ma complessa, in grado di sollevare e rassodare un seno non più tonico. Si tratta di un rimodellamento a seguito di modifiche della forma delle mammelle legate a situazioni naturali quali:
  • Invecchiamento
  • Perdita di peso
  • Allattamento
  • Perdita dell’elasticità cutanea
In tutti questi caso il seno tende ad apparire poco sodo o a cadere verso il basso. La causa principale è il cedimento dei tessuti che genera questo spiacevole inestetismo, ma può essere risolto con un intervento chirurgico in cui si possono anche inserire protesi per aumentare il volume. Al termina di una mastopessi, dunque, il seno appare sollevato e rassodato, può mostrare una migliore consistenza e avere una maggiore pienezza. Così come la mastoplastica additiva anche la mastopessi viene effettuata in regime di anestesia locale evitando tutte le complicanze di ricovero e effetti collaterali legate all’anestesia totale. Ciononostante, trattandosi di un intervento chirurgico, sono necessari alcuni accorgimenti post-operatori ed è piuttosto normale l’insorgenza nei primi giorni di dolori e piccoli rigonfiamenti nella parte operata. Vieni a scoprire gli interventi: